Photeau & Videau 2016: I VINCITORI

Photeau & Videau 2016

Festa di premiazione del Concorso video-fotografico

Fontane di vita in Valle dAosta

 

 

Giovedì 25 maggio 2017, alle ore 17:30, presso la sala BIM, in Piazza Narbonne, 16 – 2° piano, si è svolta la premiazione del Concorso video-fotograficoPhoteau & Videau 2016, organizzato dal Consorzio BIM con il patrocinio dellAssessorato Regionale alla Sanità, Salute e Politiche Sociali e dellAssessorato Istruzione e Cultura.

 

Il Presidente del BIM Ivo Surroz con i membri della giuria del Concorso, hanno premiato i vincitori, alla presenza di numerosi partecipanti e sostenitori.

 

Sono stati quindi consegnati i premi consistenti in 3 Apple IWatch 2, 3 DJI Osmo (telecamera 4k stabilizzata), 7 ticket per due persone SkyWay Monte Bianco e 20 ticket per due persone Osservatorio Astronomico Regionale di Saint-Barthélemy.

Ecco l’elenco dei premiati.

Apple IWatch 2: Federico Latini, Gloria Levi, Henry Aymonod.

DJI Osmo (telecamera 4k stabilizzata): Alessandro Bionaz, Mara Bassino, Filippo Ducly.

Ticket per due persone SkyWay Monte Bianco: Sabrina Verthuy, Laurence Milliery, Marcel Diemoz, Raffaella Pierobon, Giovanni Spinella, Alex Vallet, Rosella Junod.

Ticket per due persone Osservatorio Astronomico Regionale di Saint-Barthélemy: Simona Giovinazzo, Belletti Federico, Cuzzocrea Sara, Enrico Romanzi, Riccardo Franzetti, Mancino Federica, Del Vescovo Gianluca, Matilde Quaglia, Marco Bisazza, Ginevra Thiebat, Luca Farinet, Davide Verthuy, Rudy Vallet, Mary Enrico, Rossana Bertonasc, Mirko Chizzo, Alessandro Ghia, Diego Merivot, Soufiane Fanan, Jérémie Brunet.

Menzioni sono andate a Gabriele Domaine e Alessandro Bellon.

 

Il Concorso, iniziato a dicembre 2016, si è concluso il 7 maggio 2017. Si è trattato di un'iniziativa rivolta ai valdostani, di età compresa tra i 12 e i 19 anni, i quali sono stati invitati a scattare fotografie o a realizzare video sul tema “Fontane di vita in Valle dAosta.

 

Il progetto "PHOTEAU & VIDEAU", giunto alla sua ottava edizione, è nato nel 2009 con l’obiettivo di accrescere la consapevolezza fra i ragazzi e poi i cittadini, in relazione alla necessità di un uso virtuoso della risorsa acqua e della salvaguardia della sua qualità in una regione, come quella della Valle d’Aosta, che ne è ricchissima e che, proprio per tale motivo, ha il dovere etico di tutelarla sotto ogni aspetto. Dalla prima edizione ben 1.102 concorrenti hanno partecipato all’evento producendo 2.454 lavori che sono tutti disponibili e visibili sul sito del BIM VALLE D’AOSTA.

La novità di questa edizione ha permesso di votare on line le opere di proprio interesse e condividere i lavori sui social network Facebook e Twitter. Sorprendenti i numeri delle condivisioni che hanno superato quota 36.000 su Facebook e 500 su Twitter. I voti del pubblico, giunti dalla rete, sono stati complessivamente 1451. Un modo anche questo per coinvolgere, condividere e sensibilizzare sul tema importante dell’acqua in Valle d’Aosta.


Le circa 130 opere pervenute
sono state esaminate da una giuria di esperti composta da Antonio Crea e Lale Demoz Massimiliano, membri della Giunta del Bim, da Enzo Blessent e Pietro Fioravanti, in rappresentanza rispettivamente dell'Assessorato regionale alla Sanità, Salute e Politiche Sociali e dell'Assessorato regionale all'Istruzione e Cultura e da Bruno Baratti, esperto di comunicazione.

 

Il tema della nona edizione del Concorso, annunciato al termine dell'evento dal Presidente del BIM Ivo Surroz, sarà “Bimmy, acqua, sorrisi”. Un’edizione particolare che darà modo ai partecipanti di dare sfogo alla loro creatività, ma in maniera differente dagli anni precedenti. Sul sito del BIM sarà pubblicato il nuovo regolamento con le date di partecipazione al Concorso.

 


Clicca qui per saperne di più

 

(archivio)